Tributi, contributi e premi, queste sono spese che tutti i cittadini conoscono bene. Non spettano infatti di certo solo a coloro che sono in possesso di una partita IVA. Chi più chi meno, tutti siamo soggetti a questi pagamenti. Per effettuare il pagamento di tributi, contributi e premi, si utilizza il modello F24

Modello F24, di cosa si tratta?

Il modello F24 prende anche il nome di modello unificato. Questo perché consente il pagamento di varie somme, anche di tributi diversi quindi tra loro, in un’unica soluzione. Si tratta di un modo per rendere i pagamenti più veloci e snelli. Vale anche nel caso di versamento con eventuali crediti. 

 

Di solito è il commercialista che si fa carico di redigere il modello F24 per il pagamento dei tributi. Non hai un commercialista? Non possiamo che consigliarti di cercarne uno, anche direttamente online. Presta attenzione affinché operi vicino a te, in modo da evitare di dover effettuare chissà quanti spostamenti. Se abiti a Milano, cerca quindi commercialista Milano direttamente su Google. È anche vero che oggi come oggi questo non è un dato poi così importante. Tutto infatti può essere espletato via mail o telematicamente. Avere però un commercialista di riferimento in città è sempre consigliabile. 

 

Detto questo, il modello F24 può essere pagato direttamente dal commercialista. In alternativa lo si può pagare autonomamente tramite home banking o recandosi direttamente in banca. Effettuare il pagamento in autonomia è difficile? Assolutamente no. È sufficiente infatti compilare i campi così come indicato dal commercialista. I soldi vengono poi scalati direttamente dal conto corrente. 

Modello F24: a cosa serve 

Il modello F24, come abbiamo poco fa affermato, serve per pagare tributi e contributi. Sì, ma quali? Di seguito elenchiamo tutto ciò che è possibile pagare tramite modello unificato. La lista è stata estrapolata in modo più o meno integrale dal sito internet ufficiale dell’Agenzia delle Entrate

 

  • Imposte sui redditi 
  • Ritenute sui redditi da lavoro e sui redditi da capitale
  • Iva
  • Imposte sostitutive delle imposte sui redditi, dell’Irap e dell’Iva
  • Imposte sui giochi
  • Irap
  • Addizionale regionale e comunale all’Irpef
  • Accise, imposte di consumo e di fabbricazione
  • Contributi Inps, Inail, Inpgi, Cipag, Cnpr, Enpacl, Enpap, Enpapi, Epap, Eppi, Cnocl e premi Inail
  • Imu, Imi, Imis, Tari e Tasi
  • Tosap/Cosap, Imposta comunale sulla pubblicità/canone per l’installazione di mezzi pubblicitari
  • Imposta/contributo di soggiorno 
  • Diritti camerali
  • Alcuni proventi derivanti dall’utilizzo dei beni di Demanio e di Patrimonio dello Stato 
  • Registrazione dei contratti di locazione
    Somme dovute a seguito di presentazione della dichiarazione di successione 
  • Imposta sostitutiva sui finanziamenti
  • Imposta sulle assicurazioni
  • Tasse scolastiche
  • Somme per servizi ipotecari e catastali da pagare a uffici provinciali-territorio dell’Agenzia delle entrate 
  • Imposte, interessi e sanzioni per registrazione degli atti giudiziari
  • Autoliquidazione da dichiarazioni
  • Ravvedimento
  • Controllo automatizzato e documentale della dichiarazione
  • Avviso di accertamento (in caso di omessa impugnazione)
  • Avviso di irrogazione di sanzioni
  • Istituti conciliativi di avvisi di accertamento e irrogazione di sanzioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here